Francesco Starace

Enel promuove la e-mobility: Francesco Starace presenta il Piano infrastrutture di ricarica

Un’infrastruttura avanzata di ricarica per incentivare la mobilità sostenibile nel Paese: un sistema che porterà benefici tangibili ai cittadini in ambito economico, industriale e ambientale. Così lo scorso 9 novembre presso l’Autodromo di Vallelunga l’AD di Enel Francesco Starace ha […]

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
SE Hamid Baeidinejad, Ambasciatore dell’Iran in UK — dott. Diego Biasi, Amministratore Delegato Quercus — Ing. Vito Gamberale,. Presidente Quercus

Il progetto fotovoltaico iraniano da 600 MW di Quercus segna una milestone per le Energie Rinnovabili in Iran

L’Iran, la seconda economia mediorientale, è “open for business” e si è impegnato a sviluppare impianti di energia rinnovabile per una capacità complessiva di 5 GW entro il 2020. 20 settembre 2017: Quercus, tra i principali investitori al mondo nelle […]

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Diego Biasi, Quercus Assets Selection

Turin Islamic Economic Forum, Biasi, AD Quercus: Cogliere opportunità del mercato rinnovabili in linea con finanza islamica

A margine del Turin Islamic Economic Forum, nel quale sono tra glia altri intervenuti Guido Montanari, Vicesindaco di Torino, 
Vincenzo Ilotte, Presidente Camera di Commercio di Torino, Gianmaria Ajani, Rettore, dell’Università di Torino e Abdulla Mohammed Al Awar, ceo of Dubai Islamic Economy […]

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Diego Biasi

Quercus raccoglie 150 mln per il suo nuovo progetto

Importante risultato per Quercus Assets Selection, che ha completato la raccolta di 150 milioni di Euro destinati a 3 fondi specializzati nelle energie rinnovabili Quercus Italian Wind, Quercus Italian Solar e Quercus European Renewables, lanciati all’inizio del 2016. Il progetto, […]

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

UE: strumento per il riesame dell’attuazione delle politiche ambientali

La Commissione ha adottato lo strumento per il riesame dell’attuazione delle politiche ambientali – una novità per migliorare l’attuazione sia della politica ambientale dell’UE che delle norme stabilite di comune accordo. Si inaugura così una nuova procedura. La Commissione, insieme […]

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
 

Duemila punti luce a risparmio energetico

Verranno sostituiti 2mila punti luce nel territorio comunale di Occhiobello del tipo Sap con lampade a Led grazie al progetto ‘global service’. Il rinnovamento della pubblica illuminazione prevede anche la sostituzione di circa 100 sostegni metallici. Per l’assessore Davide Valentini (foto a lato) “più luce è indice di più sicurezza e di maggiore tranquillità per i cittadini” Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Fotovoltaico italiano, boom al 2020 con 1,6 GW/anno

Secondo il report di Ernst & Young le installazioni italiane quadruplicheranno al 2020. Ripresa anche in Europa, che sarebbe maggiore con l’eliminazione dei dazi anti-dumping cinesi.

Dopo lo stallo degli ultimi anni, il fotovoltaico vivrà una seconda età dell’oro in Italia. Si passerà dai 385 MW installati nel 2014- il valore più basso degli ultimi 6 anni- agli oltre 1,6 GW all’anno nel 2020. A sostenerlo è il nuovo report “Solar PV Jobs & Value Added in Europe”  (IN ALLEGATO) commissionato a Ernst & Young, dall’associazione del FV europeo SolarPower Europe, prima EPIA.

Il declino del fotovoltaico italiano

Lo studio ripercorre il declino del fotovoltaico italiano degli ultimi anni, che nel 2014 ha registrato i dati peggiori, con un un valore aggiunto di 541 milioni di euro, contro  gli 816 milioni di euro del 2008 e un totale di 14.304 occupati contro gli 18.052 registrati all’epoca.

Il boom nel 2020

Il 2015 non è andato molto meglio e la causa è rintracciabile principalmente nei tagli agli incentivi. Ma la ripresa è vicina e secondo le stime degli analisti, nel 2020 il valore aggiunto sarà di 1.060 milioni di euro, gli occupati 26.903 e la nuova capacità annuale installata 1.650 MW, con un totale di potenza installata che salirà a quota 25.613 MW.


Continua a leggere…

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Nel 2015 investimenti record in rinnovabili, soprattutto solare ed eolico

Lo rileva l’ultimo Rapporto di Bloomberg New Energy Finance, 328,9 miliardi di dollari investiti a livello mondiale.

Nel 2015 gli investimenti in energie rinnovabili nel mondo sono aumentati del 4% rispetto al 2014, raggiungendo i 328,9 miliardi di dollari e battendo il record precedente, stabilito nel 2011 del 3%. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Giappone: è italiano l’impianto fotovoltaico da 1MW

Hergo Sun Japan KK, controllata del Gruppo Infrastrutture, selezionata dal Mega Solar Power Committee della città di Chichibu, Prefettura di Saitama, avvia la costruzione di un impianto fotovoltaico da 1 MW. “Il cantiere è stato avviato da qualche settimana e si tratta del primo impianto fotovoltaico realizzato da una società italiana in Giappone. Entrerà in produzione nel marzo 2016 e fornirà energia per circa 1.000 famiglie” ha commentato Pier Francesco Rimbotti, CEO di Infrastrutture S.p.A. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Un’alleanza vincente, le dichiarazioni di Claudio Descalzi

Claudio Descalzi

Claudio Descalzi «L’Unione Europea ha bisogno delle risorse. Mentre l’Africa ha bisogno di sviluppare le proprie ricchezze con investimenti e tecnologie. Puntare su una maggiore cooperazione è una scelta win-win». Il pensiero dell’amministratore delegato Eni sulla sfida energetica che lega i destini dei due continenti 

«Un successo come questo non sarebbe stato possibile senza la nostra scelta di sostenere le comunità locali, non richiesta contrattualmente, attraverso significativi investimenti in infrastrutture per il mercato locale.»

A parlare è Claudio Descalzi, classe 1955, milanese, fisico e, da maggio del 2014, alla guida di Eni, in cui era entrato 33 anni prima. Descalzi ha spiegato così la crescita di Eni in Africa, il 15 settembre scorso, durante un discorso a Bruxelles per una conferenza destinata agli europarlamentari, che era stata significativamente intitolata: “Quale ruolo per l’Africa nella strategia energetica europea?”. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (2 votes cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

La transizione energetica e la nuova Enel di Francesco Starace

Francesco Starace

L’Amministratore Delegato di Enel racconta le nuove dinamiche del settore energetico e le strategie della più grande utility in Italia, oggi presente in 31 Paesi nel mondo, con un focus sulle rinnovabili, sulle reti e sul ruolo dell’innovazione tecnologica.

Ingegner Francesco Starace, da poco più di un anno è alla guida di uno degli esempi, nel mondo, dell’industria italiana che funziona. Ci parli della dimensione del gruppo e del processo di internazionalizzazione. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

PNAT: 45 azioni per lo sviluppo sostenibile

PNAT: 45 azioni per lo sviluppo sostenibile
La formalizzazione delle proposte per la Carta Europea del Turismo sostenibile

Il 14 dicembre si è svolto il forum finale del percorso di certificazione della Carta Europea del turismo sostenibile del Parco nazionale Arcipelago Toscano (PNAT). Gli obiettivi strategici della Carta, lo ricordiamo, sono di migliorare lo sviluppo sostenibile e la gestione di un turismo nelle aree protette che tenga conto delle necessità dell’ambiente, delle comunità locali, delle attività imprenditoriali locali e dei flussi di visitatori, oltre ad accrescere la conoscenza ed il sostegno alle Aree Protette d’Europa. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Parchi, 1.500.000 € per biodiversità e sviluppo sostenibile

Sabato 12 Dicembre, presso la sala Ristorante Corte di Giarola, nel Parco del Taro, si è tenuta la conferenza stampa/incontro pubblico sul tema “7 grandi progetti – 1.500.000 € per biodiversità e sviluppo sostenibile”, organizzata dai Parchi del Ducato per illustrare i Progetti finanziati grazie al Piano di Azione Ambientale 2014/2015 della Regione Emilia Romagna.

Davanti ad una sala gremita, dove spiccava la presenza di moltissimi Amministratori Locali, il Presidente dell’Ente Parchi Agostino Maggiali ha ricordato come ”tutti gli interventi previsti in questa nuova tornata di investimenti si pongono come obiettivo comune quello di rafforzare il ruolo dei Parchi come motore di sviluppo sostenibile e di tutela della biodiversità, in un quadro di relazioni istituzionali sempre più “inclusive”. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Clima, siglato a Parigi il patto per lo sviluppo sostenibile

“Siamo nella storia” ha detto il ministro dell’ambiente italiano, Gian Luca Galletti, presente a Le Bourget per tutto il periodo dei lavori.

Parigi – Molta enfasi, senz’altro, ma un inequivocabile risultato: il patto sul clima siglato sabato alla COP21 segna il punto di partenza verso uno sviluppo e un’economia sostenibili e cerca di recuperare il tempo perduto finora. Bisognerà adesso metterlo in opera – e questa è la vera sfida – con la stessa convinzione e collaborazione che ha mosso i 195 paesi partecipanti alla Conferenza e con la consapevolezza che non ci sono alternative a un cammino comune, se si vuole salvare il pianeta da un caos climatico irreversibile, come la scienza prima, l’economia e politica dopo, hanno riconosciuto. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Il Ministro dell’Ambiente e le timide politiche sull’energia

“La politica energetica in futuro dovrà essere guidata dal Ministero dell’Ambiente, perché è proprio sull’ambiente che ha il suo impatto. Il Ministero dello Sviluppo Economico dovrebbe avere altri obiettivi. Per questo andrà fatta una revisione delle deleghe sull’energia, settore oggi diviso tra più ministeri competenti”. È quanto ha affermato oggi il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, ospite al “Forum QualEnergia?”. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn