SE Hamid Baeidinejad, Ambasciatore dell’Iran in UK — dott. Diego Biasi, Amministratore Delegato Quercus — Ing. Vito Gamberale,. Presidente Quercus

Il progetto fotovoltaico iraniano da 600 MW di Quercus segna una milestone per le Energie Rinnovabili in Iran

L’Iran, la seconda economia mediorientale, è “open for business” e si è impegnato a sviluppare impianti di energia rinnovabile per una capacità complessiva di 5 GW entro il 2020. 20 settembre 2017: Quercus, tra i principali investitori al mondo nelle […]

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Diego Biasi, Quercus Assets Selection

Turin Islamic Economic Forum, Biasi, AD Quercus: Cogliere opportunità del mercato rinnovabili in linea con finanza islamica

A margine del Turin Islamic Economic Forum, nel quale sono tra glia altri intervenuti Guido Montanari, Vicesindaco di Torino, 
Vincenzo Ilotte, Presidente Camera di Commercio di Torino, Gianmaria Ajani, Rettore, dell’Università di Torino e Abdulla Mohammed Al Awar, ceo of Dubai Islamic Economy […]

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Diego Biasi

Quercus raccoglie 150 mln per il suo nuovo progetto

Importante risultato per Quercus Assets Selection, che ha completato la raccolta di 150 milioni di Euro destinati a 3 fondi specializzati nelle energie rinnovabili Quercus Italian Wind, Quercus Italian Solar e Quercus European Renewables, lanciati all’inizio del 2016. Il progetto, […]

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

UE: strumento per il riesame dell’attuazione delle politiche ambientali

La Commissione ha adottato lo strumento per il riesame dell’attuazione delle politiche ambientali – una novità per migliorare l’attuazione sia della politica ambientale dell’UE che delle norme stabilite di comune accordo. Si inaugura così una nuova procedura. La Commissione, insieme […]

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Francesco Starace

Francesco Starace: la partecipazione dell’AD di Enel alla Settima Assemblea Generale IRENA

Le rinnovabili rivestiranno un ruolo sempre più importante nel panorama energetico internazionale. È emerso anche nel corso della Settima Assemblea Generale dell’IRENA (International Renewable Energy Agency), in programma ad Abu Dhabi il 14 e 15 gennaio. Tra gli ospiti anche […]

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
 

F2i-Egp, nasce il leader del fotovoltaico

Enel Green Power e F2i sarebbero a un passo dal siglare il maxi accordo nel fotovoltaico sul quale stanno lavorando da qualche tempo. A quanto si apprende le trattative sarebbero in fase particolarmente avanzata e, chi segue da vicino la maxi operazione, si spinge ad ipotizzare che l’intesa possa vedere ufficialmente la luce nella prime settimane di settembre. Sul tavolo c’è il progetto per creare un soggetto unico, con ambizioni da aggregatore, nel comparto dell’energia solare in Italia. Recentemente, in un’intervista a Il Sole 24 Ore, il ceo di Egp, Francesco Venturini, ha commentato cosi le indiscrezioni sul piano: “Non posso negare che stiamo parlando con F2i. Se si conclude, e penso che concluderemo, sara’ entro quest’anno”. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Google Maps indicherà i tetti più adatti al fotovoltaico

Con Project Sunroof Big G sfrutta il servizio Maps per analizzare pro e contro di ogni casa qualora i proprietari volessero dotarla di pannelli solari. Ma per ora è attivo solo in tre zone degli Usa.

Il tentativo è quello di fornire un aiuto ai tanti indecisi interessati a sposare la linea verde ma frenati dall’alto prezzo dell’investimento iniziale oppure dalla convinzione che la propria abitazione non sia in grado di produrre abbastanza energia da ripagare l’esborso. Per sgombrare i dubbi Google ha lanciato ieri il Project Sunroof, un tool che consente di capire in poche mosse e pochi secondi se e quanto conviene abbracciare il fotovoltaico. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Sviluppo sostenibile e tutela dei piccoli negozi: Confesercenti firma la Carta di Milano

Il gruppo dirigente dell’Associazione, che riunisce gli esercenti specialisti dell’alimentazione di Confesercenti, ha sottoscritto il documento per ribadire l’impegno ad uno sviluppo sostenibile ed alla tutela dell’identità territoriale“. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Green economy: Banca della Maremma e Legambiente insieme per rilanciare il settore

“Green economy: successi e prospettive per uno sviluppo sostenibile”. Questo il tema del dibattito e organizzato in collaborazione fra Legambiente e la Banca della Maremma, a Festambiente. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Anagrafe dell’edilizia scolastica. Il Sud indietro per risparmio energetico, servizi e barriere architettoniche

Il MIUR ha pubblicato i dati regionali nell’Anagrafe delle scuole italiane,escluse le province autonome di Trento e Bolzano. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Green economy: in Italia ‘vale’ 101 miliardi, 10,2% economia

Sono 341.500 le aziende italiane (circa il 22%) dell’industria e dei servizi con dipendenti che dal 2008 hanno investito in tecnologie green per ridurre l’impatto ambientale, risparmiare energia e contenere le emissioni di CO2. Un dato che sale al 33% nell’industria manifatturiera. Un orientamento che si rivela strategico, tanto che proprio all’green economy si devono 101 miliardi di euro di valore aggiunto, pari al 10,2% dell’economia nazionale, esclusa la componente imputabile al sommerso. I dati di Unioncamere e Fondazione Symbola sono stati diffusi da Legambiente a Rispescia in occasione di Festambiente. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Unione dell’Energia a rischio. Berlino con Mosca contro Bruxelles

In questi giorni difficili e gravi per la tenuta dell’Unione europea (Ue), la fiducia tra i Paesi membri è cruciale per rimarginare le ferite, ricostruire un sentiero di coesione e avviare nuove tappe politiche nella crescita dell’Unione, senza le quali il progetto europeo rischia di implodere sotto la spinta di una frammentazione corrosiva. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Claudio Descalzi: Sviluppo sicuro dopo il Piano

Claudio Descalzi

In un 2015 “ancora incerto”, Eni guarda fiduciosa al futuro, forte di un Piano quadriennale “solido” e del lavoro di adeguamento al ciclo del petrolio svolto lo scorso anno. La generazione di cassa, ha assicurato l’a.d. del gruppo, Claudio Descalzi, durante l’assemblea, potrà sostenere gli investimenti e i dividendi anche nello scenario più “conservativo” del petrolio a 63 usd al barile. In questo scenario, “la priorità è massimizzare la generazione di cassa”, sostenuta anche con un “robusto programma di dismissioni”. Per l’upstream è prevista una crescita produttiva del 3,5% nel quadriennio. “L’obiettivo è avere 3 mld di cassa” nel G&P, ha detto l’a.d. Claudio Descalzi, “600 mln di ebit e 1,5 mld di cassa” nel R&M. il breakeven, ha ribadito, resta l’obiettivo del 2015. Per la chimica, i breakeven economico e di cassa restano fissati al 2016. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (2 votes cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

L’Eni guidata dall’AD Claudio Descalzi salva Gela

Claudio Descalzi

Firmata l’intesa che prevede la trasformazione degli impianti in bioraffineria. Garantiti livelli occupazionali

L’Eni, guidata dall’Amministratore Delegato Claudio Descalzi, dice addio alla raffinazione del petrolio e annuncia la riconversione verde della fabbrica di Gela che diventerà una “bioraffineria” nel massimo rispetto dell’impatto ambientale. Ieri, al Mise, ministero dello Sviluppo Economico, è stato siglato l’accordo per un investimento di 2 miliardi e 200 milioni che prevede il mantenimento di tutti i posti di lavoro del diretto, compresi quelli dell’indotto della città del golfo. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Luigi Ferraris, Presidente Enel Green Power: per Egp dati positivi nel primo trimestre del 2011

Luigi Ferraris, Presidente Enel Green Power

Il Cda di Enel, presieduto da Luigi Ferraris, dichiara ricavi in cresci del 26,5%: utili a 135 milioni di euro

Ricavi totali a 611 milioni di euro (483 milioni nello stesso trimestre dello scorso anno, +26,5%), Ebitda a 393 milioni di euro (326 milioni al 31.03.2010, +20,6%) ed Ebit a 263 milioni di euro (+19%). Sono questi i principali risultati nel primo trimestre di Enel Green Power, che il Cda presieduto da Luigi Ferraris ha esaminato ed approvato nella serata di giovedì. Il risultato netto del Gruppo è pari a 135 milioni di euro (120 milioni al 31 marzo 2010, +12,5%). Nel corso del Cda sono stati anche verificati i requisiti di indipendenza in capo ai tre nuovi componenti del Consiglio di Amministrazione e modificata la composizione dei Comitati nell’ambito del Consiglio di Amministrazione. Read more »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn