Francesco Starace: la partecipazione dell’AD di Enel alla Settima Assemblea Generale IRENA

Francesco Starace

Le rinnovabili rivestiranno un ruolo sempre più importante nel panorama energetico internazionale. È emerso anche nel corso della Settima Assemblea Generale dell’IRENA (International Renewable Energy Agency), in programma ad Abu Dhabi il 14 e 15 gennaio. Tra gli ospiti anche l’AD di Enel Francesco Starace. Durante l’evento l’Italia ha assunto per il 2017 la presidenza dell’Assemblea che riunisce attualmente oltre 150 Paesi: inoltre è stato sottolineato come le rinnovabili possano contribuire alla riduzione dei flussi migratori e a migliorare le condizioni di vita di migranti e sfollati. Per Francesco Starace è stata un’occasione per approfondire gli sviluppi del progetto Ambasciata Verde, promosso dalla divisione rinnovabili del Gruppo, Enel Green Power, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri italiano. La società ha infatti completato l’installazione di due impianti fotovoltaici solari presso l’Ambasciata italiana di Abu Dhabi, come ha sottolineato con soddisfazione l’AD: “Siamo molto lieti di continuare a contribuire all’iniziativa Ambasciata Verde del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano, con cui condividiamo l’impegno a promuovere tecnologie pulite per un futuro più sostenibile”. Francesco Starace ha poi evidenziato l’importanza dei progetti Ambasciata Verde per Enel: in questo modo l’azienda può far conoscere la propria leadership tecnologica nel settore delle rinnovabili e “aprire la nostra energia al mondo, in linea con la strategia Open Power del gruppo”.

Per maggiori informazioni:
http://www.onuitalia.com/2017/01/14/irena-giro-focus-su-rinnovabili-per-contenere-flussi-migratori/

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Francesco Starace: la partecipazione dell’AD di Enel alla Settima Assemblea Generale IRENA, 5.0 out of 5 based on 1 rating
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn1
Articoli Correlati:
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

*